Settore industriale - Tecnologie innovative - Pavimenti con fibre strutturali
Tra le tecnologie innovative che il Gruppo Deldossi propone al mercato figurano anche i pavimenti in calcestruzzo fibrorinforzato, vale a dire che impiegano fibre strutturali.

Questi tipi di materiali si utilizzano per:
  • Evitare gli aumenti di spessore della pavimentazione con un aumento dei costi del calcestruzzo
  • Evitare le fessurazioni successive al getto dovute ai ritiri del calcestruzzo o ad applicazioni su piastra radiante
  • Ridurre le problematiche della non corretta posa della rete di armatura
Le fibre utilizzate possono essere in materiale ferroso, in polipropilene o poliestere a seconda delle esigenze. Vengono aggiunte dall'impianto di betonaggio ancora insieme agli inerti e all'acqua dell'impasto per essere utilizzate successivamente già mescolate con il calcestruzzo. La lavorazione richiede una particolare attenzione all'impasto per garantire una omogenea distribuzione delle fibre su tutto il calcestruzzo ordinato. Anche la finitura superficiale del pavimento industriale in cemento richiede una buona cura per evitare l'affioro di parti delle fibre. Il calcestruzzo fibrorinforzato incrementa notevolmente le sue caratteristiche a trazione e integra parzialmente l'armatura tradizionale.
Realizzazione di pavimento industriale con riscaldamento, in un capannone di 1700 mq - Vescovato (CR)
La realizzazione di un pavimento industriale segue una serie di fasi:

1) Posa dell'isolamento a pavimento:
La fase successiva è la posa dei pannelli di polistirene sintetizzato (con spessore di 6 cm) con verifica della quota imposta del getto. Vengono riempiti i vuoti attorno ai pilastri, alle tubazioni con schiuma poliuretanica per eliminare i ponti termici.

2) Posa dell'impianto di riscaldamento a pavimento:
Su tutta la superficie del pavimento viene steso un telo in polietilene e vengono posati binari in plastica fissati con viti elicoidali. Si passa poi alla posa dei tubi da 20mm a serpentina divisi come da progetto idraulico e alla loro successiva messa in pressione con acqua additivata per verificare eventuali perdite.

3) Armatura del pavimento:
  • posa in opera di rete elettro-saldata di 20X20X8 sormonta 2 maglie, previa posa in opera fra le tubazioni di distanziatori da 3cm per evitare il contatto della rete con le stesse;
  • posa in opera di travetti di ferro per evitare la fessurazione in corrispondenza di tutti gli spigoli;
  • posa in opera di giunti bidirezionali (composti da doppia lamiera disgiunta con barre trasversali di collegamento e controtubo su un solo lato) per riprese di getto posati sopra l'isolante con l'estradosso a quota pavimento finito.
4) Getto del pavimento e finiture:
  • Si possa poi alla fase di getto del calcestruzzo RcK37 XA2 S5 con fibre in quantità di 5 Kg/mq per uno spessore di 20cm, previa verifica in cantiere dei dosaggi delle quantità di acqua e aria presenti nell'impasto, della quantità di fibre e verifica slump su ogni macchina da 10mc consegnata in cantiere;
  • il getto viene eseguito con autopompa e steso poi a mano e livellato con staggia vibrante;
  • la corazzatura del pavimento viene realizzata tramite spolvere di miscela cemento-quarzo corindone con quantità pari a 4/5 Kg/mq. Si ha poi la lisciatura con fratazzatrice meccanica fino a chiusura completa di tutte le porosità del pavimento;
  • il taglio della pavimentazione viene eseguito secondo progetto per creare giunti di contrazione e successiva chiusura dei tagli con guaina in PVC;
  • riempimento delle fessure dei giunti bidirezionali con silicone grigio basso modulo tipo sikaflex.
Durante la fase di presa del calcestruzzo oltre a coprire il pavimento vengono chiusi tutte le aperture del capannone in modo da impedire correnti d'aria che potrebbero deumidificare il pavimento.

5) Curing del pavimento:
Copertura di protezione del pavimento con tessuto non tessuto tenuto bagnato per i primi 7 giorni dal getto.
Realizzazione di pavimento industriale fibro-rinforzato per successiva installazione di macchinari
Nelle immagini è descritto l'intervento di copertura di una soletta; l'impasto di calcestruzzo e fibre viene gettato sull'armatura già inserita sul pavimento. Una volta completata questa operazione si passa alla fase di finitura, durante la quale vengono corretti gli eventuali punti di sbavatura e viene levigato tutto il pavimento.