Settore civile - Progettazione - BIM
Tra le prime imprese in assoluto, la Deldossi S.r.l utilizza da alcuni anni il BIM, ovvero il Building Information Modeling, per la progettazione degli edifici. Si tratta di un innovativo modello informativo in grado di descrivere le diverse componenti edilizie in modo completo, sfruttando informazioni coordinate e affidabili, che vanno dalla fase di studio e verifica di fattibilità, fino alla fase operativa vera e propria della costruzione. Fulcro centrale di questa nuova filosofia di lavoro è la rappresentazione dell'edificio con strumenti che gestiscono modelli 3D in grado di definire gli oggetti nello stesso modo con cui saranno utilizzati nella costruzione.

L'impostazione metodologica del lavoro basato sul Building Information Modeling consente di:
  • prevedere con precisione le prestazioni, i quantitativi e i costi di un edificio
  • eliminare informazioni ridondanti
  • migliorare la comunicazione
  • focalizzare tutte le forze lavoro sui dati presenti nei disegni
  • ottimizzare sia la fase di progettazione che quelle di realizzazione e gestione
L'obiettivo fondamentale del BIM è la definizione di una rappresentazione complessiva del manufatto nel suo intero ciclo di vita. Così si creano progetti più precisi e sostenibili, con meno sprechi ed errori, ottenendo profitti più elevati e clienti più soddisfatti.
Un altro grande vantaggio del BIM consiste nell'ottimizzazione della condivisione tra team, consentendo una comunicazione più chiara e affidabile tra architetti, ingegneri, impiantisti, appaltatori, costruttori e soprattutto proprietari, evitando che qualsiasi dato possa esser perso durante le varie fasi realizzative.
Progettazione BIM nuova mensa e palestra presso scuola primaria Madre Teresa di Calcutta - Pompiano (Brescia)
La progettazione della nuova mensa e palestra presso scuola primaria Madre Teresa di Calcutta a Pompiano è stata realizzata con metodo BIM facendo interagire il progetto architettonico, strutturale ed impiantistico in un unico file permettendo di prevedere già in fase di progetto le interferenze tra le varie discipline che quindi sono state risolte prima della costruzione dell'edificio.