Università Cattolica del Sacro cuore di Brescia
Settore civile
Settore industriale
Politica integrata 13/05/2021
La Direzione Generale di DELDOSSI S.R.L. si è assunta l'impegno di operare in funzione di un costante miglioramento del servizio reso al Cliente adottando un Sistema Gestione Integrato, conforme alle norme UNI EN ISO 9001:2015, UNI EN ISO 14001:2015 e UNI ISO 45001:2018 e tramite l'applicazione del MODELLO DI ORGANIZZAIZONE E GESTIONE (MOG), per regolamentare tutte le attività organizzative e tecniche dell'intero sistema aziendale in modo sistematico, pianificato e documentato.
Preso atto della continua evoluzione del contesto, delle esigenze sempre più attente del mercato, dei clienti e delle parti interessate, della crescita di sensibilità delle persone e della collettività riguardo ai temi della qualità, dell'ambiente e della sicurezza, l'Organizzazione si impegna ad affrontare in tutte le attività aziendali esistenti e future, sia effettuate direttamente che attraverso prestatori d'opera, gli aspetti di qualità, ambiente e sicurezza come aspetti rilevanti della propria attività.

A tale scopo la Direzione Generale ha definito i seguenti obiettivi strategici della propria politica integrata coerenti con l'analisi del contesto e le strategie aziendali.

RISPONDENZA ALLE ESIGENZE DEL CLIENTE attraverso:
  • conformità ai requisiti richiesti (cogenti e non cogenti)
  • affidabilità del prodotto e del servizio offerto
  • soddisfazione del cliente, degli utilizzatori finali e di tutte le parti interessate, tenendo conto dei loro fabbisogni, valutando i rischi e le opportunità connesse e attivando azioni concrete per il raggiungimento dell'obiettivo
  • verifica e rispetto delle tempistiche contrattuali
  • disponibilità massima nella risoluzione degli imprevisti
  • fornitori selezionati ed affidabili
  • consulenza qualificate.
FORMAZIONE E RISORSE, che costituiscono la base per il raggiungimento degli obiettivi: la formazione del personale, la sua motivazione, la disponibilità di risorse adeguate, la selezione/crescita dei fornitori qualificati. Gli aspetti fondamentali nella formazione delle risorse umane sono: la cultura intesa come cambiamento di mentalità in merito a tematiche di qualità, sicurezza e ambiente; l'atteggiamento, inteso come approccio nei confronti di tali tematiche e nelle relazioni interpersonali; la professionalità come conoscenza di base e specifica delle singole attività, unitamente alla capacità di svolgere le proprie mansioni in autonomia; la consapevolezza dell'impatto delle proprie azione sull'organizzazione; il rispetto degli obblighi legislativi.

STRATEGIA E MIGLIORAMENTO. La Direzione definisce gli obiettivi per la qualità, la sicurezza e l'ambiente, che riesamina almeno una volta l'anno per verificare l'attualità e l'efficacia ai fini del miglioramento continuo e della revisione della propria politica. Gli obiettivi si raggiungono soltanto con la collaborazione di tutte le funzioni aziendali e con il coinvolgimento dei fornitori e dei prestatori d'opera.
Il miglioramento continuo si può conseguire attraverso il miglioramento prestazionale dei prodotti/servizi offerti, dei processi operativi, dell'organizzazione, della professionalità e della cultura, nonché attraverso la riduzione delle non conformità, la riduzione dei costi della “non qualità”, il mantenimento costante delle condizioni di sicurezza dei lavoratori e degli utenti stradali, la cura dell'ambiente, delle risorse e dell'immagine aziendale, che consentono l'acquisizione di più ampie quote di mercato, la soddisfazione e fidelizzazione del cliente, l'apprezzamento e la fiducia della collettività.
La Direzione considera inoltre la salvaguardia delle risorse e il rispetto delle regole fulcri essenziali per lo svolgimento della propria attività.
A tale scopo l'azienda ritiene fondamentale:
  • Il rispetto continuo degli obblighi di conformità, mediante un sistema di gestione integrato che assicuri nei suoi processi, prodotti e servizi, il rispetto dei requisiti di legge, delle disposizioni dei clienti ed i loro aggiornamenti, attraverso un monitoraggio continuo e costante delle prescrizioni applicabili.

  • La gestione della qualità, attraverso:
    • il mantenimento di una posizione leader e di un equilibrio accettabile tra costi e ricavi per ciò che concerne la qualità delle prestazioni e prodotti, in termini di soddisfazione del cliente e delle parti interessate
    • lo svolgimento delle proprie funzioni in modo affidabile ed efficace, coerentemente alle necessità ed esigenze del cliente
    • il miglioramento dei processi
    • il coinvolgimento totale
  • La gestione ambientale, con
    • Il controllo dei consumi energetici e delle risorse naturali, finalizzato al loro contenimento e/o riduzione;
    • La riduzione dell'impiego di materie prime, prediligendo l'impiego di materie prime secondarie nell'approvvigionamento di conglomerati bituminosi e calcestruzzi;
    • La gestione dei rifiuti, minimizzando la loro generazione, garantendone l'omogeneità, ed ottimizzando il trasporto ed il recupero degli stessi, anche attraverso la sensibilizzazione dei dipendenti e dei prestatori d'opera per le attività di cantiere;
    • La diminuzione dell'impatto delle proprie attività sulle aree circostanti del cantiere, limitando le emissioni polverose diffuse in atmosfera ed il rumore, attraverso buone prassi operative, attrezzature di ultima generazione;
    • Monitoraggio periodico dei punti di emissione in atmosfera e degli scarichi;
    • Salvaguardare la protezione dei suoli e delle acque sotterranee e superficiali mediante una gestione più attenta dei liquidi (acque meteoriche, oli, carburante etc…) e misure anti sversamento;
    • L'attuazione di misure atte a prevenire incidenti ambientali e, in caso di accadimento, garantire un'adeguata risposta, attraverso un'attenta gestione delle emergenze.
  • La gestione della sicurezza, garantendo:
    • L'integrità fisica e morale dei propri collaboratori, condizioni di lavoro rispettose della dignità individuale ed ambienti di lavoro sani e sicuri secondo la normativa vigente, considerando la gestione della sicurezza e salute sul lavoro parte integrante della propria attività, anche attraverso il rispetto e l'applicazione della legislazione, degli accordi in materia di SSL, tramite l'applicazione della ISO 45001 e del MOG;
    • Il controllo/monitoraggio dell'operato dei lavoratori e dei prestatori d'opera finalizzato al rispetto della normativa e alla prevenzione di infortuni ed incidenti;
    • Il coinvolgimento di tutti i lavoratori, anche attraverso il loro rappresentante, nonché le ditte esterne ed i prestatori d'opera, nel miglioramento della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro attraverso una sensibilizzazione periodica;
    • L'adozione e l'applicazione di una struttura e un sistema operativo per l'identificazione delle possibili emergenze definendo procedure di emergenza che coinvolgano i propri dipendenti ed il personale delle ditte esterne.
    • La prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali.
Gli strumenti per migliorarsi e per raggiungere gli obiettivi prefissati sono, prioritariamente:
  • l'organica e chiara definizione dei compiti e delle responsabilità delle funzioni aziendali;
  • la pianificazione delle azioni da compiere;
  • lo svolgimento delle azioni conformemente alle pianificazioni;
  • l'attività di sorveglianza sullo svolgimento delle azioni e sull'efficace comunicazione delle informazioni necessarie per il loro coordinamento;
  • la promozione di comportamenti sicuri attraverso la rilevazione dei quasi incidenti e l'incentivazione della formulazione di proposte di miglioramento;
  • la programmazione della prevenzione, mirando ad un complesso coerente che integri in sé la tecnica, l'organizzazione, le condizioni di lavoro, le relazioni sociali e l'influenza dei fattori dell'ambiente di lavoro, effettuare ed aggiornare la valutazione del rischio con relativa idonea organizzazione dei luoghi di lavoro
  • i controlli di processo sulle lavorazioni da effettuarsi nelle fasi critiche e soprattutto al termine dei lavori e prima della consegna;
  • l'aggiornamento periodico della politica aziendale sulla base dell'evoluzione del contesto socio economico e istituzionale e la sua condivisione;
  • la motivazione e l'addestramento del personale a tutti i livelli;
  • la responsabilizzazione della direzione e di ciascun dipendente per quanto riguarda la qualità, la sicurezza e l'ambiente, sia per il proprio lavoro che per la soddisfazione dei propri clienti;
  • gli audit interni e le verifiche di conformità legislative periodiche rivolte alla verifica dell'applicazione del sistema integrato.
L'applicazione di quanto riportato è un'esigenza sentita e ritenuta necessaria da tutte le componenti aziendali, a partire dalla direzione; gli indirizzi devono essere perseguiti e devono costituire un impegno fermo ed inderogabile di tutta l'Azienda.
La Direzione intende cogliere le opportunità di miglioramento necessarie per migliorare il proprio processo produttivo, la qualità dei prodotti/servizi forniti, la salute e sicurezza dei lavoratori e le prestazioni ambientali.
La Direzione si impegna a guidare e controllare l'attuazione degli obiettivi, creando le condizioni affinché questa cultura possa svilupparsi in modo proficuo e responsabile a tutti i livelli aziendali.

SEGNALAZIONI. L'Impresa favorisce e consente alle persone di segnalare, in buona fede o sulla base di una ragionevole convinzione, atti di violazione della legge tentati, presunti ed effettivi, oppure qualsiasi violazione o carenza concernente il sistema di gestione per la prevenzione dei reati all'Organismo di Vigilanza.
Le segnalazioni verranno trattate in via confidenziale, in modo da proteggere l'identità di chi segnala e di altri coinvolti o menzionati nella segnalazione ad eccezione della richiesta da parte dell'autorità giudiziaria per procedere ad un'indagine
L'Impresa consente la segnalazione anche in forma anonima.
L'Impresa vieta ritorsioni e protegge dalle ritorsioni coloro che effettuano le segnalazioni in buona fede, o che, sulla base di una convinzione ragionevole, sollevano o riferiscono sospetti circa atti di corruzione tentati, certi o presunti oppure violazioni concernenti la politica per la prevenzione dei reati o il sistema di gestione per la prevenzione dei reati.
Chiunque può chiedere consulenze all'Organismo di Vigilanza su cosa fare quando ci si trova dinanzi a un sospetto o a una situazione che possa comprendere atti di commissione di reati.

DIFFUSIONE. La Direzione si impegna a diffondere la presente politica aziendale mediante affissione in bacheca aziendale dandone ampia diffusione interna e permettendo la consultazione a qualunque interlocutore dell'Impresa. Ciascun collaboratore dell'Impresa è tenuto a conoscere e rispettare le previsioni del Codice; l'Impresa vigila con attenzione sull'osservanza del Codice, predisponendo adeguati strumenti di informazione, prevenzione e controllo ed intervenendo, se del caso, con azioni correttive.

Pompiano, 13/05/2021
La Direzione Generale